roBOt 11 focus on: Afrodeustche, straight outta UK

matteo-petroni-granata
Tempo di lettura: 1' min
10 ottobre 2019
News
Clicca qui per pulire l'area di disegno

Nella bellissima e accurata line up scelta dai ragazzi di roBOt Festival spicca una perla ormai sulla bocca di tutti negli ultimi tempi: Afrodeustche

Ne avevamo già tessuto le lodi quando siamo stati al Dekmantel, e continueremo a farlo in vista del roBOt Festival: Henrietta Smith-Rolla (real name) aka Afrodeustche è un’artista che in poco tempo è passata dai piccoli club ai festival più importanti del globo.

(continua sotto)

Passato duro, cresciuta dalla sola madre in UK, precisamente nel Devon (lontano da tutto lontano da tutti), quella madre che gli insegnò la musica classica fin da piccina ma che nella sua cameretta registrava tapes jungle e drum tipici della scena british. Inizia una ricerca per conoscere il padre, e arriva a scoprire la sua origine ghanese ed il passato del padre in Germania. Eccolo, “Afrodeustche”. I suoi set sono un attraversare tutto lo spettro delle influenze che ha avuto sin da piccola. Dalla UK techno all’hardcore, passando per le ambientazioni dei suoi amati Boards of Canada ed Aphex Twin. Suoni rari, vibranti e potenti. A roBOt 11 potremmo finalmente vederla all’opera anche a Bologna. Perciò fidatevi, segnatevi questo nome mentre sarete in giro per la festa.

Il suo set è previsto per sabato 26 ottobre, alla Ex GAM. Clicca qui per info su line up e biglietti.

Ehi, hai mai sentito parlare di Patreon?
Dal momento che sei qui, perché non contribuire?

Patreon è un sistema di micro-donanzioni ricorrenti con il quale supportare economicamente Polpetta e permetterci di continuare ad offrirti contenuti favolosi.

Diventare membro di Patreon è facilissimo!

Contribuisci ora

Partecipa alla conversazione!