Tre Allegri Ragazzi Morti @ Festareggio, Campo Volo || 22 Agosto 2014

cecilia
Tempo di lettura: 2' min
25 agosto 2014
Gallery, Hipsteria/Indieria

Ci sono quei gruppi che inizi ad ascoltare da adolescente, quando avere i capelli verdi e un tatuaggio improponibile ti sembrano le cose più fighe e trasgressive che potrai mai fare nella vita, e che ti accompagnano per diversi anni a seguire. Ogni canzone é un ricordo, un momento felice, un’amore finito. Poi ti ritrovi a non essere più l’adolescente che gioca a fare il ribelle, ma loro ci sono sempre pronti a regalarti emozioni nota dopo nota.
I Tre Allegri Ragazzi Morti, i paladini della musica indipendente italiana, sono quel gruppo. Una band che pensa a tutti, sia ai fans di vecchia data sia alle nuove leve, nasce così il loro tour estivo: ‘Per principianti Tour’, vent’anni di carriera in due ore.
La data è segnata in agenda da tempo: venerdì 22 Agosto Reggio Emilia, concerto dei TARM.

Quando uno dei pezzi d’inizio é il tuo brano preferito pensi che nulla possa andare storto e ti lasci trascinare dall’euforia del momento, balli e ti scateni proprio come quel ragazzo poco più avanti di te che sembra conoscere tutte le canzoni ed essere sull’altra faccia della luna da quanto è contento. Poi, il momento tanto atteso: i vecchi pezzi, quelli degli esordi, quando ancora i TARM non suonavano mascherati. Sul palco rimangono in tre (la formazione ‘originale’) le maschere calano, i primi accordi, i ricordi affiorano..sembra quasi di essere nel lontano ’94. Ma poi ti ricordi che siamo una generazione che vive col cellulare in mano e, nonostante El Tofo abbia chiesto di non rovinare il momento con foto e video, vuoi che non ci sia il furbone di turno che se ne frega?! Ed eccolo lì: in prima fila, proprio come un cinese davanti alla torre di Pisa la nostra pecora nera è pronta a fare la foto che metterà sul social di turno aspettando una pioggia di like. La musica cessa e i ragazzi (s)mascherati abbandonano il palco lasciandoci con l’amaro in bocca. Un amaro che sappiamo benissimo essere più che meritato, noi e questa mania di immortalare tutto. La professionalità, la dedizione per quello che si fa sta anche in questo: lasciar correre ed andare oltre. I nostri beniamini sono nuovamente sul palco, pronti a regalarci nuove emozioni, a farci cantare ancora e ancora. Ci godiamo canzone dopo canzone, dimenticandoci del piccolo inconveniente. Un’antologia di greatest hits quella che ci regalano. Ancora una volta i Ragazzi Morti ci hanno rapito, stregato e fatto sentire vivi, puoi dirlo a tutti.

Words by Nicol Formignani

Ph. Cecilia Secchieri

Ehi, hai mai sentito parlare di Patreon?
Dal momento che sei qui, perché non contribuire?

Patreon è un sistema di micro-donanzioni ricorrenti con il quale supportare economicamente Polpetta e permetterci di continuare ad offrirti contenuti favolosi.

Diventare membro di Patreon è facilissimo!

Contribuisci ora

Partecipa alla conversazione!