Severino DJ.

domenico
Tempo di lettura: 2' min
23 giugno 2016
Interviste
Clicca qui per pulire l'area di disegno

“In today’s scene Severino is at the top of my tree…a direct link to House music’s glorious past and its future. A man with great musical taste, a sense of fun and most importantly, a sense of drama in his selection.”

– Terry Farley

Queste le parole con cui Terry Farley ci introduce Severino, di seguito qualche domanda per scoprire meglio insieme chi è Severino.

 

Ciao Severino, partiamo da quando tutto è iniziato: volo Verona-Londra più di dieci anni fa sola andata, cosa hai pensato appena sceso dall’aereo?

Infatti non era un aereo ma bensì in treno 19 anni fa. Ovvero Mantova-Milano, poi Milano-Parigi e Parigi-Londra. È stato interessante l’arrivo a Waterloo la sera del 13 febbraio 1997 e mi sono detto ok vediamo cosa fare e rimbocchiamoci le maniche

Poi la volta di Horse Meat Disco e i parties al “The eagle”, “Sunday night, write off on Monday and get on the dancefloor”. Ci racconti un pò di quelle domeniche che finivano lunedì?

Che continuano ancora da 12 anni, sempre divertenti e con energy positiva,tante storie.  Ma sopratutto gente felice e che conosce la loro disco music.

Jovanotti diceva “E il giorno cambia leggi e cambia governi, e passano le estati e passano gli inverni, la gente della notte sopravvive sempre nascosta nei locali confusa tra le ombre”. Londra è cambiata e continua a cambiare. Come è cambiato Severino con Londra, come sono cambiati i locali e come è cambiata la sua musica?

Beh in effetti la gente cambia (anche di eta) e quindi mi piace anche stare con i giovani che mi danno energia. Certo magari London era più energica e con meno soldi, comunque mantiene sempre la sua storia internazionale. Mi deluderebbe un po se l’Inghilterra, e sopratutto questa città, uscissero dalla EU

Dal “The Eagle” a “Glastonbury”, c’è chi dice che ci sono più festival che club, cosa ne pensi e cosa preferisci?

I festival sono sempre interessanti e vibrant pero ci vuole il bel tempo, anche se gli inglesi fanno casino e riescono a creare una festa anche sotto la pioggia(of corse). Il The Eagle e’ CASA… LOL

L’evoluzione della musica passa sempre di più per i social, che rapporto hai e cosa ne pensi dell’uso che, soprattutto le nuove generazioni, ne fanno?

Beh magari un po troppo (sopratutto con selfies dalle palestre etc..) però certo li uso e mi piacciono, mi tengono compagnia in aeroporti e viaggi, perché no…

Di solito tutti chiedono la musica che ti piace o quali sono i dischi che non mancano mai nella tua borsa, posso chiederti qual è la musica che non ti piace e quali sono i dischi che non suoneresti mai? Ovviamente senza mancare di rispetto a nessuno!

I dischi terzinati di battuta non sono il mio forte. Sembra una cosa da balera orrenda o da villaggi turistici ahahah

Vabbè dai dicci anche il tuo disco preferito e quali non mancano mai nella tua borsa? “What about this love” by MR Fingers ..maybe?

C’è sempre uno Stevie Wonder o Prince o Mr Fingers o un Kenny Dope nelle mie valigie.

Grazie mille per il tuo tempo magari ci becchiamo downstairs somewhere in London.

Grazie a voi!

 

Ehi, hai mai sentito parlare di Patreon?
Dal momento che sei qui, perché non contribuire?

Patreon è un sistema di micro-donanzioni ricorrenti con il quale supportare economicamente Polpetta e permetterci di continuare ad offrirti contenuti favolosi.

Diventare membro di Patreon è facilissimo!

Contribuisci ora

Partecipa alla conversazione!