REM003 – V.A. – Rapid Eye Movement

md-romero
Tempo di lettura: 3' min
7 maggio 2018
Review 4 U
Clicca qui per pulire l'area di disegno

Rapid Eye Movement non si ferma

Come un’onda inarrestabile per la quale non sembra esserci costa su cui infrangersi, l’etichetta fondata nel 2017 continua la sua corsa e monta di potenza senza disperdere un briciolo di qualità o purezza.

Non è il caso di parlare di rivoluzione, perché, come per un disco o un pianeta, le rivoluzioni ci portano sempre inesorabilmente ad un punto di partenza. Rapid Eye Movement invece è in corsa inarrestabile verso degli step imprevedibili, impensabili e irraggiungibili.

REM 003, il primo Various Artist della label di Archetype e Somewhere – due fra gli EP da non perdere del 2017 – ha i toni solenni e brutali, più che di un catalogo Coming Soon, di una dichiarazione d’intenti, di un’annuncio fatto da un grattacelo da cui si sta per sganciare una bomba all’idrogeno a caduta libera.

REM 003 è una dichiarazione di guerra.

Artisti di una purezza incredibile, senza freni di tipo commerciale compongono un disco di straordinario pregio musicale, di una coerenza compositiva che si avvicina ai concept album del Progressive Rock.
Non occorre sprecarsi in paragoni. Gli artisti che hanno collaborato a REM 003 sono privi di precedenti.
Si parte in pompa magna con Rack Rash di Phara e Border One. Una ritmica Acid dalle affinità della Golden Age del Raving scorre su di un velluto dalle suggestioni industrial . Il ritmo ipnotico ci inserisce, volenti o nolenti nel flusso di (in)coscienza che solo la miglior musica elettronica sa dare.

A seguire, Memorial Home sorprende e sconvolge con un singolo di animalesca bellezza. About Her, mostra un altro Memorial Home, dai toni frenetici e sincopati. Lei, Her, ci viene presentata come una bellezza furiosa, profondamente sessuale, bestiale e malinconica. Qualcosa o qualcuno concettualmente di fuori dal tempo in termini di fascinazione e bellezza. Non mancano gli stacchi di respiro poetico, visioni di tramonti al Neon percorsi da un vento alieno.

Manent chiude il SIDE A con Another Wasted Night. Ci viene dato appena una attimo di respiro prima che il beat risalga dalle profondità facendo vibrare il terreno quel tanto che basta da tenerci vigili. Un’altra nottata persa, con il beat del club che ancora ci vibra nelle orecchie dopo esserci allontanati per almeno diversi chilometri. é un brano malinconico che concettualmente sarebbe un seguito ideale di PRE DAWN di BURIAL, singolo sconvolgente dello scorso anno.

Il Side B del disco della RAPID EYE MOVEMENT, come da tradizione fin dalla nascita del supporto in vinile, si presenta più concettuale e più onirica.
What I Like about you, is What I Imagine. Quello che mi piace di te è quello che immagino. Firmato dai Kas:st questo è un pezzo intimamente positivo, dai toni tristemente romantici e dai suoni che rimandano al Retro Sci Fi, alla Space Age. A quel mondo immaginifico e irraggiungibile antecedente alla corsa allo spazio che vedeva il cosmo come un ambiente dai mille quesiti e dalle mille fascinazioni.
Chiude REM 003 Eternal di VII Circle con il suo consueto beat oscuro, brutale e sotterraneo. Fedele al suo nome VII Circle ripropone scenari di inferno dantesco in una sinfonia maestosa ma priva di Barocchismi. Un’evoluzione ulteriore partita con Titan e Archetype che riconferma VII Circle come uno dei Producers da seguire da molto vicino.
Il Digital ha come bonus una versione differente dell’original Mix della traccia di Kas:st, di più ampio respiro ma non meno accattivante.

Si conclude così il primo Various Artists di Rapid Eye Movement. Una realtà discografica all’avanguardia che dimostra, con questo VA di avere i numeri e la forza creativa per crearsi il suo spazio nella scena techno contemporanea.

Ehi, hai mai sentito parlare di Patreon?
Dal momento che sei qui, perché non contribuire?

Patreon è un sistema di micro-donanzioni ricorrenti con il quale supportare economicamente Polpetta e permetterci di continuare ad offrirti contenuti favolosi.

Diventare membro di Patreon è facilissimo!

Contribuisci ora

Partecipa alla conversazione!