Nella mia testa oggi frulla solo una grande ed enorme voglia di pensare al NULLA.

nicol
Tempo di lettura: 3' min
6 febbraio 2015
Hipsteria/Indieria, In primo piano, Review 4 U

Credevamo fossero tornati per restare e invece il gruppo indie-rock toscano ha deciso di stupirci di nuovo. Siamo nel 2012 quando i tre decidono di cambiare aria, di intraprendere nuove strade: di dedicarsi ai rispettivi side project.
Karim con il suo progetto metal ‘La notte dei lunghi coltelli’, Ufo si da al dj set e Appino, leader e cantante della band, con un disco solista: ‘Il Testamento’.

appino

 

Crudo realismo il suo, emozioni, sensazioni, un vero e proprio specchio dell’io interiore. Ma un nuovo capitolo targato Zen Circus è pronto a ripartire: è la volta di ‘Canzoni contro la natura’, rabbia e frustrazione verso ciò che sta succedendo nel nostro paese sono due dei sentimenti che più emergono da questo disco. Tutto sembrava esser tornato alla normalità: ritornelli orecchiabili, storie di vita quotidiana, un mix perfetto tra cantautorato e attitudine rock e quell’energia che li caratterizza. Poi una mattina ti svegli e ancora assonnata leggi del loro nuovo inedito, gioia e rivoluzione. Felicità che viene smorzata appena la caffeina mi entra in circolo: The Zen Circus, on line il singolo ‘Il Nulla’ e poi pausa a tempo indeterminato! Eccola lì, la parola magica i.n.d.e.t.e.r.m.i.n.a.t.o. tanto desiderata da qualsivoglia lavoratore e tanto odiata da me, fan di questa band.

band
Lo definiscono “un piccolo vademecum (ironico e assolutamente autoironico) su come scrivere il testo di una canzone indipendente di questa nuova generazione. Ma non solo, è anche un urlo serio: il nulla, il niente, il vuoto si nascondo dietro l’angolo e mettersi sempre in gioco è l’unico modo per non esserne fagocitati.”
Disponibile su tutte le piattaforme digitali dal 3 febbraio ’15 il singolo e lyric video ha già fatto parlare di sè: c’è chi lo ama, chi si aspettava di meglio, chi se lo sente calzare a pennello, chi avrebbe preferito un intero album piuttosto che un singolo, chi si definisce deluso e poi ci sono io. Io che.. ‘di nuovo a cercare parole, qualcosa da dire che possa stupire. La frase da urlare, che faccia pensare [..].’
Il Nulla non è solamente il nuovo singolo degli Zen Circus, è anche un mini tour: 4 date che prendono il nome da quest’ultimo, una serie di concerti che saranno accompagnati da sorprese e ospiti speciali.
Non mi resta quindi che godermi questo regalo d’arriverci, consumandolo in ogni sua nota, lasciarmi coinvolgere ancora una volta dal loro suono folk-punk-rock e aspettare un loro ritorno, un pó come una Penelope dei giorni nostri che ammazza il tempo bevendo jägermeister invece che tessere la tela.
‘Non vi libererete tanto facilmente di noi!’ diceva Ufo in un’intervista qualche mese fa, una minaccia o un briciolo di speranza?

ombra

Ecco le date

27/02 TORINO @ Hiroshima
28/02 MILANO @Magnolia
05/03 ROMA @Monk
07/03 FIRENZE @Flog

….e dopo IL NULLA.

TESTO:

E di nuovo a cercare parole
qualcosa da dire che possa stupire
la frase da urlare che faccia pensare
poi anche ballare e i biglietti staccare
una crisi d’identità (il nulla)
poi ammicchi alla gioventù (il nulla)
questa ricchissima povertà (il nulla)
ma nella testa oggi frulla
solo una grande enorme voglia
di pensare al nulla
iil nulla
nulla
il nulla

L’Italia la crisi, la televisione
e una citazione da un’altra canzone
poi twitter, la rivoluzione
che non fa più rima con generazione
scrivi della felicità (il nulla)
ed il lavoro che non c’è più (il nulla)
una qualche modernità (il nulla)
nella testa oggi frulla
solo una grande enorme voglia
di pensare al nulla
il nulla
nulla

ed ora signori, parole impegnate e parolacce
mor-te-caz-zo
qua-lun-qui-smo
fi-ca, so-gno
so-cia-lis-mo
pa-rio-li-ni
pa-so-li-ni
cu-lo, mer-da
e sal-vini

Milano o un’altra città (il nulla)
e la sinistra che non c’è più (il nulla)
una ragazza che se ne va (il nulla)
un gruppo tipo Sonic Youth (il nulla)
l’incomunicabilità (il nulla)
parlare bene o male di Gesù (il nulla)
la parola libertà (il nulla)
sarà che sto diventando vecchio
ma più mi guardo allo specchio
e più ci rido su

 

WORDS BY NICOL FORMIGNANI
PICS BY CECILIA SECCHIERI

Ehi, hai mai sentito parlare di Patreon?
Dal momento che sei qui, perché non contribuire?

Patreon è un sistema di micro-donanzioni ricorrenti con il quale supportare economicamente Polpetta e permetterci di continuare ad offrirti contenuti favolosi.

Diventare membro di Patreon è facilissimo!

Contribuisci ora

Partecipa alla conversazione!