roBOt festival – PREVIEW

sabato 15 settembre, Bologna, Palazzo Re Enzo

richard
Tempo di lettura: 2' min
18 settembre 2018
Festival
Clicca qui per pulire l'area di disegno

Sabato scorso la prima vera preview della decima edizione di roBOt festival, e non poteva iniziare meglio di così

 

Con roBOt ci siamo salutati due settimane fa nel parco di Villa Spada per la data extra di TEXTURES e, dopo un repentino cambio di location a causa della grande richiesta di biglietti, sabato scorso abbiamo finalmente assistito alla vera e propria preview di questa decima edizione del festival.

Palazzo Re Enzo fa parte della storia di roBOt sin dagli albori. E a Bologna non esiste location migliore per ripartire da dove ci aveva lasciato. La particolarità architettonica della sala Re Enzo, l’eleganza della terrazza e la maestosità del salone del Podestà hanno fatto da cornice ad una line-up all’avanguardia. Il malcostume (tutto italiano) di presentarsi tardi agli eventi preclude alla maggior parte dei partecipanti la performance live di Emiliano Maggi. Performer prima ancora che musicista, Maggi era a roBOt per presentare “The Nymphs Orchestra”. Frutto di due anni di lavoro, questo progetto comprende appunto una performance di suoni prodotti dalla trasfigurazione di strumenti musicali che altro non sono che vere e proprie sculture create da lui stesso. Esibizione la sua che a causa di problemi tecnici purtroppo è rimasta un po’ incompleta senza però nulla togliere all’unicità della serata.

(continua sotto)

roBOt X festival bologna

 

Ma sono i ragazzi di roBOt Soundsystem in terrazza e il misterioso 1/3 Quarto Mondo nell’elegante contesto del salone del Podestà ad introdurci quello che sarà in tutto e per tutto il main event della serata: il live set di Caterina Barbieri. Un viaggio onirico, spaziale, intrappolati in loop ipnotici viviamo una vera e propria esperienza sonora da godere e ascoltare e in religioso silenzio. Tornati sulla terra è la punta di diamante di NTS Radio ad accoglierci nuovamente: Elena Colombi. Dal primo all’ultimo disco il suo dj set non è mai banale, fonde generi diversi creando una dimensione tutta sua, quasi intima. La quintessenza della techno, è la chiusura di cui tutti avevano bisogno.

Una serata da ricordare e alla quale roBOt ci aveva già abituato, ma che avevamo comunque bisogno di riscoprire. E il fatto che le due headliner di questa preview fossero artiste donne è già da se un’ottima risposta alle polemiche che hanno coinvolto il mondo della musica elettronica, dopo le recenti dichiarazioni sessiste del dj e producer tedesco Konstantin.

Insomma per come stanno andando le cose, da questa decima edizione di roBOt festival possiamo aspettarci solo il meglio.

Guarda il programma del festival su www.robotfestival.it

 

Foto di TMS e Richard Giori

Ehi, hai mai sentito parlare di Patreon?
Dal momento che sei qui, perché non contribuire?

Patreon è un sistema di micro-donanzioni ricorrenti con il quale supportare economicamente Polpetta e permetterci di continuare ad offrirti contenuti favolosi.

Diventare membro di Patreon è facilissimo!

Contribuisci ora

Partecipa alla conversazione!