Jeff Mills arriva a Bologna, insieme a Fritz Lang

elena-bertelli
Tempo di lettura: 2' min
10 aprile 2019
Art, Save The Date
Clicca qui per pulire l'area di disegno

Il producer americano farà tappa al Teatro Celebrazioni con la sua versione sonora del capolavoro di Fritz Lang, Metropolis – martedì 28 maggio

Dieci anni prima di Tempi moderni di Chaplin, tre anni prima dell’avvento del cinema sonoro, sessantotto anni prima che Johnatan Coe scrivesse la Famiglia Winshaw. Nel 1926 in Germania veniva realizzato Metropolis, il capolavoro indiscusso del cinema espressionista di Fritz Lang che ha segnato per sempre la storia del cinema e delle arti visive, unendo in un film ambientato nel 2026, lotta di classe, fantascienza e sacre scritture.

E non poteva che essere un genio del suono contemporaneo nato a Detroit, la città dell’industria automobilistica prima ancora che della musica elettronica, a riproporlo al grande pubblico con una nuova veste sonora. L’opera ha impegnato Jeff Mills a partire dal 2000 ed è stata presentata per la prima volta a Berlino nel 2017 poi, in Italia, qualche settimana fa al Bergamo Film Festival e a Torino, grazie agli organizzatori del Seeyousound Festival.

(continua sotto)

jeff mills Link

Jeff Mills, come saprete, non è nuovo a queste incursioni nel mondo del cinema: è stato nel 2014 che lo abbiamo incontrato all’Auditorium del Louvre, dove ci ha regalato l’anteprima mondiale del film sperimentale «Man From Tomorrow» realizzato dalla regista francese Jacqueline Caux.

A coloro che si stanno chiedendo cosa aspettarsi: un’ora e 55 di colonna sonora techno minimale che accompagna con incredibile precisione tutte le scene del film. Compresi i 25 minuti di pellicola recentemente ritrovata e restaurata – altro motivo per cui non perdere questo spettacolo per nessun motivo al mondo.

Qualcosa di chiaramente molto diverso dalla musica originale prodotta da Gottfried Huppertz, a cui siamo abituati, e dalla riedizione a tutto synth di Giorgio Moroder del 1984.

La versione sonora di Metropolis realizzata da Jeff Mills è qualcosa di assolutamente nuovo e che ci insegna come, a distanza di 91 anni dalla sua uscita, Metropolis sia un film ancora incredibilmente capace di dire la sua e di ispirare i più grandi artisti contemporanei.

Se ancora sotto la torre di Babele, qualcuno si stesse chiedendo “who is our mediator?”, pare che la risposta sia in arrivo, ma sotto le due Torri, e si chiama Jeff Mills.

Ci vediamo, per riparlarne, tra i palchetti del Celebrazioni, il prossimo 28 maggio, a Bologna.

 

 

Words: Elena Bertelli
Ph: Jeff Mills @ Pulse, Janine Billy 2017, archivio Polpetta Mag

Ehi, hai mai sentito parlare di Patreon?
Dal momento che sei qui, perché non contribuire?

Patreon è un sistema di micro-donanzioni ricorrenti con il quale supportare economicamente Polpetta e permetterci di continuare ad offrirti contenuti favolosi.

Diventare membro di Patreon è facilissimo!

Contribuisci ora

Partecipa alla conversazione!