Focus on: Donato Dozzy. Un emblema nazionale all’Outer Festival

matteo-petroni-granata
Tempo di lettura: 2' min
10 settembre 2019
Festival
Clicca qui per pulire l'area di disegno

Affettuosamente chiamato da molti ‘Donatone Nazionale’ il producer italiano è rispettato e stimato da tutto il mondo dell’elettronica

 

 

Dagli addetti ai lavori fino ai ravers, prendendosi anche l’aurea eterna di “professore”.

 

Di Donato Dozzy potremmo parlare all’infinito. Visto che il classe 1970 scuola romana ha vissuto e partecipato a tantissimi filoni musicali e culturali del Bel Paese, da ragazzino amante delle danze allo storico Piper Club di Roma fino ad essere un curiosone e collezionista di dischi nel periodo d’oro dei rave romani degli anni 90 con Lory D and company. Il tutto passando fra innumerevoli etichette fondate da solista e non, quali Dozzy Records e Acquaplano per citarne alcune, e album strepitosi come (Further Records), Donato Dozzy play Bee mask (Spectrum Spools) ed il super sperimentale Sintetizzatrice (Spectrum Spools) in collaborazione con Anna Caragnano in un progetto all’insegna delle sperimentazione voce/rumore.

La fama di “Donatone Nazionale” se l’è guadagnata a suon di cambiamenti continui, di sperimentazioni e sopratutto con dei set da capogiro. Sempre memorabili ed eterni (famigerati i suoi 4/5 hours dj set) e con delle sonorità che sono imputabili solo a lui. Indimenticabile il suo set per Resident Advisor, come anche quelli proposti nella ormai sua seconda casa Terraforma Festival di Villa Arconati. Facendo qualche passo più indietro, rigettandoci dentro al pozzo infinito dei suoi esperimenti ci imbattiamo in una caramella davvero gustosa: il progetto duo Voices from the Lake. Un miscuglio di techno, ambient e noise etereo, dove l’apice si è raggiunto nel Live @ MAXXI (Museo di Arte Contemporanea di Roma).

(continua sotto)

Potremmo aggiungere altre diecimila cosa, come la sua residency dal 1999 allo storico Brancaleone di Roma o al Panorama Bar di Berlino, ma la storia non cambia: Donato Dozzy è universalmente un’artista incredibile che fa bene alla scena elettronica mondiale, e sopratutto fa bene a tutti i danzatori dei floor di tutto il globo.

All’Outer Festival, nel secondo appuntamento del 28 settembre, vedremo Donatone Nazionale portare un set ambient creato ad hoc per la suggestiva location della Chiesa di Santi Filippo e Giacomo. Tenetevi pronti, sta per arrivare il Professore.

 

Ehi, hai mai sentito parlare di Patreon?
Dal momento che sei qui, perché non contribuire?

Patreon è un sistema di micro-donanzioni ricorrenti con il quale supportare economicamente Polpetta e permetterci di continuare ad offrirti contenuti favolosi.

Diventare membro di Patreon è facilissimo!

Contribuisci ora

Partecipa alla conversazione!