Ascolta Eutopia, il nuovo EP dei Massive Attack

polpetta
Tempo di lettura: 2' min
10 luglio 2020
News
Clicca qui per pulire l'area di disegno

Eutopia era stato anticipato nemmeno due giorni fa sui canali social personali e ufficiali dei Massive Attack

Robert Del Naja lo aveva detto che di li a poco sarebbe uscito un nuovo EP dei Massive Attack. Ed infatti eccolo qua, si chiama Eutopia, è composto da tre traccie audiovisive ed è stato registrato in collaborazione con tre artisti decisamente affini all’impegno sociale, due dei quali già collaboratori di Del Naja & soci: Young Fathers, Algier e Saul Williams.

Gli Algiers hanno ben poco bisogno di presentazioni, band di Atlanta che abbiamo incontrato dal vivo per la prima volta ad Ypsigrock due anni fa, mentre gli Young Fathers sono una giovane band scozzese che li ha supportati nei tour degli ultimi cinque anni e con i quali hanno fatto uscire quella bombetta di Voodoo In My Blood. Quanto a Saul William invece è un rapper e poeta statunitense, autore di poesie e testi antimilitaristi (i più vecchi ricorderanno sicuramente The Pledge Of Resistance all’epoca della prima guerra in Iraq e da cui saltò fuori anche un brano con dj Coldcut) nonchè attivista per i diritti civili.

Il titolo Eutopia si basa su un testo in latino del 1500 di Thomas More, opera in cui l’autore descrive un viaggio in una fittizia isola-repubblica, abitata da una società ideale e utopistica. I tre brani hanno intenti chiaramente politici, volti a riportare l’attenzione sull’emergenza climatica e sulla questione dei diritti umani, passati entrambi in secondo piano con l’avvento di un’altra emergenza: quella del virus Covid-19.

All’interno delle tracce di questo progetto si possono chiaramente udire le parole di tre speaker: Christiana Figueres, che ha scritto l’accordo delle Nazioni Unite sul clima di Parigi, Guy Standing, teorico del “reddito minimo universale” e Gabriel Zucman, intellettuale e autore della politica sulla “tassa sul patrimonio” negli Stati Uniti. I Massive Attack hanno infatti dichiarato nel comunicato stampa che ha accompagnato l’uscita dell’EP:

“Il lockdown ha messo in luce i migliori aspetti e i peggiori difetti dell’umanità. Quel periodo di ansia e incertezza ci ha costretti a meditare sull’ovvia necessità di cambiare i sistemi dannosi in cui viviamo. Lavorando con tre esperti, abbiamo creato un dialogo sonoro e visivo su questi temi globali e strutturali, prendendo la forma di emergenza climatica, estrazione di paradisi fiscali e reddito di base universale.

Lo spirito di questo EP, i suoi elementi e le sue idee non hanno nulla a che fare con le nozioni ingenue di un mondo ideale e perfetto, e tutto ciò che ha a che fare con l’urgente e pratico bisogno di costruire qualcosa di meglio. In questo senso, l’Eutopia è l’opposto dell’errore di ortografia. “

Qui potete ascoltare le tre tracce di Eutopia:

 

Ehi, hai mai sentito parlare di Patreon?
Dal momento che sei qui, perché non contribuire?

Patreon è un sistema di micro-donanzioni ricorrenti con il quale supportare economicamente Polpetta e permetterci di continuare ad offrirti contenuti favolosi.

Diventare membro di Patreon è facilissimo!

Contribuisci ora

Partecipa alla conversazione!