Sono andata a vedere Myss Keta con la mia BFF e mi è piaciuto.

arianna-brogio
Tempo di lettura: 2' min
12 febbraio 2018
In primo piano, One Shot

myssketa
Chi è Myss Keta? È la diva senza volto, regina degli after che si definisce la musa di Elio Fiorucci. È una de “Le Ragazze di Porta Venezia” e quella di Milano Sushi e Coca la hit che l’ha lanciata. Quella che nel 2016  fa un tour internazionale grazie all’ album “L’Angelo dall’Occhiale da Sera” che insieme all’ EP “Carpaccio Ghiacciato” la incorona definitivamente queen dell’elettronica alternativa. Così venerdì scorso ho deciso di accompagnare la mia amica allo show di Myss Keta, lei una di quelle fan dal giorno uno, è finalmente riuscita a coinvolgermi in questa provocante spirale. Inoltre il Cassero e in particolare i ragazzi della Roboterie non mi hanno mai delusa quindi mi sono detta perché no. Non sono mai stata una sua ammiratrice, ma dopo l’ultimo singolo “Xananas” mi sono incuriosita. Nonostante il freddo e la pioggia l’hype creatasi intorno a questo personaggio misterioso ha tenuto la folla più calda che mai. La serata comincia con il set elettronico con influenze brasiliane-safari dell’altro ospite della serata Populous, lì per presentare il nuovo mix “Xananas 80” in collaborazione con la Myss e il produttore Riva. Si mormora che l’idea di questa eccentrica collaborazione sia nata durante un’after nella cabina del bagno Mario ad Igea Marina. Finalmente all’una e mezza (o meglio quasi le due) Keta sale sul palco seguita da tutta la sexy crew di Motel Forlanini e dai feromoni nell’aria, così buttiamo i cocktail e ci facciamo largo in mezzo alla folla. Con un burqa nero, un occhiale da sera a cuore rosa e un completo gonna e impermeabile di vinile, apre la setlist con “Distratta Illusione” seguita dai classici “Burqa di Gucci”, “In Gabbia (non ci vado)” sfacciata e sfrontata sicuramente sa come aizzare le folle, ballando e spogliandosi.

Ormai seminuda, carica la folla impazzita, con una cover di “Acida” dei Prozac e ci regala una chicca dal suo nuovo album con “Irreversibile” e in quel momento parte un limone generale.
Finalmente in chiusura arriva Xananas, la traccia per cui mi sono sgomitata e guadagnata, tra sudore e lacrime, un posto in prima fila.
Insomma Myss Keta: dritta al punto, discussa, criticata ma sopra ogni cosa venerata.

IMG_9211

Ehi, hai mai sentito parlare di Patreon?
Dal momento che sei qui, perché non contribuire?

Patreon è un sistema di micro-donanzioni ricorrenti con il quale supportare economicamente Polpetta e permetterci di continuare ad offrirti contenuti favolosi.

Diventare membro di Patreon è facilissimo!

Contribuisci ora

Partecipa alla conversazione!