I Dischi Sotterranei hanno appeso un nuovo fiocco: é nato Potlatch

nicol
Tempo di lettura: 1' min
30 novembre 2015
Review 4 U

Il bello delle famiglie è che sono dinamiche, in continua evoluzione.
E ancora una volta la famiglia dei Sotterranei ci regala una chicca, da gustare a
piccoli sorsi per assaporarne anche il dettaglio più nascosto.
Questa perla nera si chiama Potlatch ed è il disco d’esordio dei padovani Vox Delitto: cinque brani, cinque fioi e un talento innegabile.
Atmosferiche psichedeliche e punk sono accompagnate da suoni più tribali e folk.
Uno sguardo attendo e personale su quella che è la realtà nella quale viviamo, una liquefazione. Simbologia e cultura, unite in un’unica disgregazione.
Potlach è frammento, particola e particella.

Tracklist
1. Little Boy
2. Gli indiani al centro della terra
3. Rovine
4. Il mare
5. Hibakusha

12285784_10208281933876059_743242969_n

I Vox Delitto sono:
Stefano Barzon/ djembe, darbuka
Francesco Fiorindo/ chitarra, lap steel, flauto traverso, cori
Marco Francescon/ batteria
Alvise Rittá Ziliotto/ chitarra, voce
Marco Sorgato/ basso

Sito: http://www.sotterraneipadova.it/member/vox-delitto/

Ehi, hai mai sentito parlare di Patreon?
Dal momento che sei qui, perché non contribuire?

Patreon è un sistema di micro-donanzioni ricorrenti con il quale supportare economicamente Polpetta e permetterci di continuare ad offrirti contenuti favolosi.

Diventare membro di Patreon è facilissimo!

Contribuisci ora

Partecipa alla conversazione!