Cima Snow Festival, una prima edizione da ricordare

janine
Tempo di lettura: 2' min
5 febbraio 2020
Review 4 U
Clicca qui per pulire l'area di disegno

Il week end appena passato siamo stati alla prima edizione di Cima Snow Festival e ne siamo rimasti entusiasti

Un pò di contatto con la natura fa sempre bene, passare un week end in montagna è sempre un’ottima idea. Se a questo aggiungi buona musica e tanti amici puoi quasi considerarlo un week end perfetto. Per noi lo è stato.
Cima Snow Festival è un festival di musica elettronica che ha unito la passione per i party, la musica e la natura.
Al rifugio del Cimoncino si sono svolti due giorni davvero piacevoli, con qualche imprevisto che adesso vi racconteremo.

Il Day One è iniziato con una perturbazione che ha portato con se pioggia dalle 14 alle 17 ma questo non ha fermato l’headliner del primo giorno: il fantastico Joey Daniel.  Il dj olandese non si è tirato indietro neanche un secondo; traccia dopo traccia, sorriso dopo sorriso ha fatto letteralmente decollare il party catalizzando tutti i clubbers sotto la consolle nonostante la pioggia.
Dopo di lui si son susseguiti altri due djs noti nel panorama emiliano , Igna e David, che hanno portato il party a pieno ritmo fino alla fine della prima sessione di work out dove il meteo ci ha concesso anche uno splendido tramonto.

Il Day One prevedeva anche un party by night con il dj ferrarese Lorenzo De Blanck. Evento super carico e riuscito.

(continua sotto)

Per il Day Two di Cima Snow Festival tutto parte con un’altra musica.

Ci svegliamo la mattina con il gallo canterino fuori dalla nostra finestra, cielo terso e nuvole rosa, il giorno giusto per un Open Air in “Cima” al monte. Siamo fra i pini a raggiungere il rifugio che ospita il dacefloor di Cima. Ci concediamo un ottimo panino con la salsiccia mentre lo staff Cima termina il soundcheck ed un mucchio di famiglie fanno su e giu dalle piste con bimbi ed amici.
La musica parte leggera dalle 12.30. In consolle sono previsti Alex Neri, Philipp & Cole, Manuel De Lorenzi e Vith.

Il sole super splendete ha reso l’intera giornata magica: Vith è partito con un sound molleggiato e colorito.
Il dancefloor inizia ad affollarsi ed il testimone passa a Manuel De Lorenzi, resident del Buongiorno Classic, che ha fatto crescere il sound e l’happy feeling di tutto il rifugio.
Quando arriva Alex Neri il sole è ancora alto ed il dancefloor ipercarico. Alex sfoggia le sue chicche migliori ed in pista si vedono solo braccia alzate per le intere due ore. Lo storico dj fiorentino non sbaglia un colpo.
Inizia a calare il buio, un altro splendido tramonto sulle nostre teste ma purtroppo questo ci indica che il party è quasi giunto alla fine. Last but not least l’ultima slot del party è affidata alle sapienti mani di Philipp e Cole, resident del Tenax di Firenze. Con loro la #bandaccia è sempre assicurata ed anche in questo caso sono stati degni di questa loro nomea.

Scoprire nuovi luoghi in cui partecipare ed organizzare party è ormai il trend del momento che Cima Snow Festival ha saputo cogliere in pieno.

Come prima edizione questo Cima Snow Festival ci ha piacevolmente sorpresi e lasciato ottimi ricordi oltre che a qualche speranza.
La speranza che si ripeta, presto.
Eventualmente saremo i primi a darvi news a riguardo.
#staytuned

Pics By Janine Billy & TMS

Ehi, hai mai sentito parlare di Patreon?
Dal momento che sei qui, perché non contribuire?

Patreon è un sistema di micro-donanzioni ricorrenti con il quale supportare economicamente Polpetta e permetterci di continuare ad offrirti contenuti favolosi.

Diventare membro di Patreon è facilissimo!

Contribuisci ora

Partecipa alla conversazione!