L’autunno caldo dell’indie da leggere

sara
Tempo di lettura: 2' min
5 settembre 2019
News
Clicca qui per pulire l'area di disegno

In uscita i libri di Zen Circus e Stato Sociale

 

 

Per quelli che sono più lettori che ascoltatori, settembre sarà un mese interessante.

 

Il prossimo 10 settembre uscirà il libro “Andate tutti affanculo” degli Zen Circus e il 19 dello stesso mese “Sesso, droga e lavorare”, nuovo romanzo a firma Stato Sociale. I musicisti non sono nuovi al linguaggio narrativo e molti si sono già cimentati nella scrittura. Il capofila è sicuramente Ligabue che ha all’attivo ben 7 libri, scritti dal 2005 ad oggi tra un album, un concerto e la regia di un film.

Ma non possiamo non ricordare le opere, autobiografiche e non, scritte da Battiato, Guccini, De Gregori, De Andrè, Vecchioni, Baglioni, Ramazzotti, Vasco Rossi. E poi ancora Federico Zampaglione dei Tiromancino, Marco Carta, Jovanotti, Tiziano Ferro, Arisa, Myss Keta e, ultimo in ordine cronologico, Cesare Cremonini con “Le ali sotto i piedi” uscito nell’estate del 2019. Mentre nel panorama ‘indie italiano’ troviamo Gazzelle, Maria Antonietta, Frankie Hi Nrg, Vasco Brondi, Brunori Sas, Dente, I Camillas, Achille Lauro, Manuel Agnelli, Matteo Mobrici dei Canova, Levante e Cristiano Godano dei Marlene.

Insomma, che si tratti di una moda, di un metodo accalappia followers o di un modo come un altro per raccontarsi pare che, dietro ad ogni musicista, cantautore, band si celi uno scrittore. Anche se certamente non tutti da inserire in un manuale di Letteratura Italiana Contemporanea. Per gli Zen Circus, giunti al ventesimo anno di carriera, “Andate tutti affanculo”, scritto in collaborazione con Marco Amerighi – giovane scrittore  pisano – è il primo libro.

(continua sotto)

indie

Si tratterà di un romanzo autobiografico e, nelle sue 324 pagine edite da Mondadori, mi aspetto di trovare gli elementi importanti della poetica di Appino, Ufo e Karim: amore, non sempre a lieto fine, provincia, impegno socio-politico, musica come medicina al male di vivere, e poi tutta la strada percorsa tra fugoni, palchi e amicizia fraterna.

Vi aggiorneremo. Intanto, ci siamo segnati la data di presentazione di Bologna: 12 settembre ore 18 alla Libreria Coop Ambasciatori di via degli Orefici (per l’elenco del tour, consigliamo di visitare il profilo instagram degli Zen). Proprio da Bologna, il 19 settembre partirà il tour de Lo Stato Sociale, per la presentazione del nuovo romanzo. Con “Sesso, droga e lavorare”,  pubblicato da Il Saggiatore, i regaz sono al loro terzo libro, dopo “Il movimento è fermo”, del 2016 e “Andrea”, la graphic novel realizzata con Luca Genovese, del 2018.

(continua sotto)

indie

Ci promettono “un romanzo di formazione generazionale che riflette sul mondo del lavoro di oggi e su cosa voglia dire crescerci”. Tra amore, voglia di libertà e ribellione, siamo curiosi di conoscere Arturo, il protagonista di questo libro. Insomma, non ci resta che sperare in qualche domenica di pioggia per chiudersi in casa a leggere.

Ehi, hai mai sentito parlare di Patreon?
Dal momento che sei qui, perché non contribuire?

Patreon è un sistema di micro-donanzioni ricorrenti con il quale supportare economicamente Polpetta e permetterci di continuare ad offrirti contenuti favolosi.

Diventare membro di Patreon è facilissimo!

Contribuisci ora

Partecipa alla conversazione!