PVP – Concorde: Sons.

md-romero
Tempo di lettura: 3' min
13 dicembre 2017
POLPETTA VIDEO PASSION
Clicca qui per pulire l'area di disegno

Siamo tutti il risultato delle nostre esperienze. Un individuo padrone del proprio destino parte anche da un insicuro e complessato preadolescente che sogna quello che non può avere. Tutta quella somma di delusioni, frustrazioni, dubbi ed incertezze vanno a costruire un essere umano determinato alla rivalsa ed al successo.

Nella carriera come nell’amore, la nostra personalità è una corazza esteriore creata per difendere e nascondere quella creatura fragile che troppe volte si è trovata di fronte all’inadeguatezza e ai limiti del proprio essere.

Ma è assodato che l’automiglioramento, inteso come sforzo individuale costante ed intenso per conformarsi con successo agli standard della società dei consumi, altro non è che masturbazione, come recita il profeta della generazione X ,Tyler Durden, sul best seller Fight Club d. Nascondere la propria natura, identità ed insicurezza a fronte di una società che può risultare spesso e volentieri impietosa è causa di nevrosi diffuse.  Non importa quanto la palestra possa plasmarci o quanto ci avviciniamo all’ideale di conformità che la società ci impone. Dentro, nel profondo ci sentiremo sempre inadeguati, brutti, stupidi, soli ed insicuri ed il processo è, purtroppo irreversibile.

Alexis Beaumont e Rémi Godin  prendono questo spunto, nonché dall’arte di Johnny Negron, per il video del singolo di Concorde, Sons. Una ragazza, bellissima e tonica, in pausa dalla sua routine di esercizi, controlla Facebook e scopre una richiesta d’amicizia da parte di una sua vecchia conoscenza. Una persona che faceva parte di un’altra vita. Ritorno a vent’anni prima.

La nostra ragazza è una liceale sovrappeso, innamorata di un ragazzo al quale non vuole dichiararsi. Si vede orribile, inadeguata e brutta. Questo non succede nel presente, dove la nostra protagonista risponde al coetaneo senza troppa timidezza, fissando un appuntamento. Si vede la preparazione meticolosa del suo corpo, la sua figura che deve assolutamente essere mozzafiato. É l’occasione di rivalsa rispetto all’ultima volta che l’ha visto, quando, invitata per la sua festa di compleanno è scappata in lacrime prima di ricevere un bacio da lui. Vedendosi nel riflesso dello specchio brutta ed inadeguata. La cosa non succede nel presente dove lei prende le redini del rapporto, si mostra com’è ora. Bella, provocante, sensuale.

Trascina il suo romeo nel bagno del locale e lo aggredisce in maniera esplicita, non esita a denudarsi. Lui, spaventato dall’approccio la rifiuta, la persona di cui lui era innamorato allora era la timida ragazza che ha invitato alla sua festa di compleanno, quella che stava per baciare, prima che lei scappasse in lacrime a causa della sua insicurezza. Qualcosa in lei si rompe. Lo caccia furiosa e, colpisce con la testa la sua immagine allo specchio. Accasciata al suolo sanguinante, si ritrova di fronte alla sua vera sè stessa. La timida, inadeguata, grassottella sé. La persona che il giovane aveva invitato alla sua festa di compleanno e voleva baciare. La vera sé, intrappolata in un corpo e una personalità costruite negli anni per non sentirsi più insicura. Armatura traballante efficace solo entro confini stabiliti.

Morale della favola, tutto l’automiglioramento e l’autoconvinzione di essere persone migliori e prive di debolezze al mondo sono inutili all’atto pratico nello scontro con la realtà. Noi siamo ciò che siamo. Reprimere la propria parte più fragile e sincera sotto strati di sedute in palestra, chiacchierate frivole, falsi sorrisi e positività è una pratica di vera autodistruzione dell’individuo.  Il video racconta una storia che molti possono avere vissuto. Fuggire da noi stessi è una battaglia persa. Ci riporterà sempre nello stesso punto.

Dobbiamo imparare ad accettare noi stessi, è la persona con cui dobbiamo convivere per tutta la vita.

Ehi, hai mai sentito parlare di Patreon?
Dal momento che sei qui, perché non contribuire?

Patreon è un sistema di micro-donanzioni ricorrenti con il quale supportare economicamente Polpetta e permetterci di continuare ad offrirti contenuti favolosi.

Diventare membro di Patreon è facilissimo!

Contribuisci ora

Partecipa alla conversazione!