Il Dottor Divago : La mantecatura al sangue e i buoni propositi del nuovo anno: Penny Dreadful e gli occhioni verde smeraldo.

elia-morra
Tempo di lettura: 2' min
10 gennaio 2017
Art
Buon anno nuovo dal vostro sempre vostro Dott. Divago.
È stato un anno di grandi soddisfazioni e nell’ambulatorio di Polpetta Mag molti di voi sono passati per farsi psicanalizzare, per rendersi conto dopotutto che quello con seri problemi mentali probabilmente sono solo io. Clinicamente un bipolare posseduto dal demone di questa serie ormai da due anni…Penny Dreadful
È stato un anno molto vitale, nonostante i vip morti. Già soprattutto i morti quest’anno l’hanno fatta da protagonista. Più che altro i quasi 30 vip morti, che hanno fatto parlare molto rispetto a i primi trenta morti di Istanbul dei primi trenta minuti del 2017.
Ma come sapete i morti non vip, sopratutto se turchi a noi sconosciuti, contano molto meno e nessuno di loro insegnerà a gli angeli a fare qualcosa di utile. Quelli vivi invece dovrebbero insegnare un sacco di cose ai nostri rapper, ad esempio a fare rap.

Quest’anno, somministrandovi una dose adeguata di Penny Dreadful potrebbe essere l’anno giusto per entrare in buona sintonia con il sentimento della morte. Un’ondata di allegria direte voi? E invece no! Fanculo fanciulli! Svegliatevi! Stare sentimentalmente vicini alla morte è il modo migliore per sentirsi vivi!
Chiedetelo ai messicani che brindano sulle tombe con la tequila e sono più vitali che mai.

Non solo i messicani, anche Miss Vanessa Ives se la vive bene…o quasi.
Per parlare di Penny Dreadful è necessario innanzitutto capire cos’è lo steampunk e cos’è il crossover.
Lo steampunk è una corrente narrativa fantascientifica ambientata in un futuro dove le tecnologie si sono sviluppate “di brutto” ma in modo anacronistico.
Cioè se finite in un Apple store steampunk potete trovare l’ I-Phone7 ma a vapore (se costa troppo in alternativa potete un Huawei a carbone)
Se siete interessati ulteriormente allo steampunk Wikipedia lo spiega benissimo, ma anche questo matrimonio tra meravigliosi giovani scoppiati dovrebbe rendere l’idea.

Penny Dreadful oltre ad avere un’aroma dominante steampunk è una serie crossover. E come crossover intendiamoci non parliamo del genere musicale dei magnifici e ormai bolliti Limp Bizkit e Rage Against the Machine. Qui si incrociano un sacco di leggende di cui avete già sentito parlare. In questo universo allo stesso tavolo durante una cena possiamo trovare: Un lupo mannaro, il dott. Frankenstein e la sua creatura, una topa dagli occhi smeraldo che parla con il diavolo, un egittologo che profana tombe di faraoni, Dott. Jekyll (che al terzo bicchiere diventa Mr.Hide), Dorian Gray, e una valanga di altri personaggi che interagiscono tra loro tramite dialoghi che sembrano stati scritti da William Shakespeare in persona mentre fumava oppio con Baudelaire, Sartre e Gianni Rodari in un ipotetico oppificio cros-spazio-temporale.
Tutti questi personaggi riversarti nello stesso calderone sono stati mantecati (come il baccalà di Fabio Picchi) da una trama fitta ed intensa.

Ma per fortuna Penny Dreadful è anche una serie che toglie appetito e dato che le feste sono finite, ci siamo tutti abbuffati ed il fantasma della prova costume è l’unico che spaventa veramente tutti (molto più dei demoni che possiedono il corpo di Miss.Ives), io consiglio di vederlo prima e dopo i pasti, accompagnato da gocce di belladonna e al massimo un bicchiere di sangue bovino.

Ehi, hai mai sentito parlare di Patreon?
Dal momento che sei qui, perché non contribuire?

Patreon è un sistema di micro-donanzioni ricorrenti con il quale supportare economicamente Polpetta e permetterci di continuare ad offrirti contenuti favolosi.

Diventare membro di Patreon è facilissimo!

Contribuisci ora

Partecipa alla conversazione!