Ai Weiwei strikes back

polpetta
Tempo di lettura: 1' min
17 marzo 2016
Art

aph2rwbhlpt6yyij63vt

Da sempre attento ai temi sociali, il celebre artista Ai Weiwei ha colpito ancora. Il sovversivo attivista ha tappezzato le colonne della Konzerthaus di Berlino con circa 14.000 salvagente, per portare l’attenzione internazionale sul tema dell’immigrazione.
I giubbotti sono stati portati nella centrale piazza del Gendarmenmarkt dall’Isola di Lesbo, sulle cui spiagge sono stati abbandonati dai rifugiati provenienti dalla Turchia.
I salvagente sono stati utilizzati dall’artista per rendere comprensibile a tutti il tema dell’installazione e come denuncia della scoperta che, nonostante siano solitamente di cattiva qualità, vengono venduti a prezzo alto ai migranti prima di cominciare la traversata, permettendo ai trafficanti di incrementare così i loro introiti.
Le sei colonne della Konzerthaus ospitano anche un grande manifesto con l’hashtag #SafePassage, un appello per l’apertura di corridoi umanitari che permettano di evitare le stragi nel Mediterraneo.
A causa del crescente numero di rifugiati che tentano la traversata, l’attivista, solito ad utilizzare i social per sollevare problemi sociali, ha cominciato a condividere foto e video dell’isola greca sulla propria pagina di Instagram. Altro gesto di protesta eclatante è la chiusura della sua mostra a Copenhagen, “Ruptures”, come dissenso per l’approvazione – da parte del governo Danese – di una serie di leggi che impediscono ai richiedenti asilo di entrare nel Paese.
Bravo e sensibile Ai Weiwei che rimane coerente con le sue scelte stilistiche, artistiche ed etiche.

Ehi, hai mai sentito parlare di Patreon?
Dal momento che sei qui, perché non contribuire?

Patreon è un sistema di micro-donanzioni ricorrenti con il quale supportare economicamente Polpetta e permetterci di continuare ad offrirti contenuti favolosi.

Diventare membro di Patreon è facilissimo!

Contribuisci ora

Partecipa alla conversazione!