Boldini è la moda, siamo stati a Palazzo dei Diamanti e ne abbiamo le prove

elena-bertelli
Tempo di lettura: 2' min
26 maggio 2019
Art, Review 4 U
Clicca qui per pulire l'area di disegno

Abbiamo fatto un’incursione a Ferrara per vedere – a pochissimi giorni dal termine – la mostra che la città dedica a uno sei suoi pittori più conosciuti nel mondo

E abbiamo deliberatamente deciso che il titolo dato alla mostra – Boldini e la moda – necessiterebbe di un accento sulla e.

Nelle sale di Palazzo dei Diamanti il visitatore è immerso fin dalla prima sala, tra piume di struzzo, merletti, paillettes e tafetà, non solo dipinti dalla sapiente mano del pittore, ma anche sotto forma di capi d’abbigliamento e accessori di una bellezza che toglie il fiato, come l’abito di John Galliano esposto all’inizio del percorso.

L’allestimento dà forma a una narrazione volta a mettere in luce il ruolo che ebbe Giovanni Boldini come interprete e trend setter della Belle Époque. Il pittore, grazie alla sua capacità di osservare ed essere sempre al momento giusto nel salotto giusto, riuscì come pochi altri a restituire la quintessenza della vita moderna: una pittura utilizzata con un’istantaneità per ritrarre donne, uomini e bambini dell’alta società.

Potrebbe sembrare semplice e banale, portare una mostra su Boldini nella sua città natale, dove ha sede il Museo Boldini. Ma vi possiamo garantire che l’esposizione e il modo in cui è concepita è tutt’altro che scontata.

Le grandi tele provengono dai più importanti musei del mondo – Metropolitan di New York, Fine Arts Museums di San Francisco, Gallerie degli Uffizi, Galleria Nazionale di Roma… – e dialogano con oggetti provenienti dalla Fondazione Tirelli Trappetti, dal Victoria and Albert Museum e dal Musée des Arts Décoratifs di Parigi.

Pannelli e apparati didascalici creano il contesto, citando le parole di Baudelaire, D’Annunzio e Proust.

E a noi è venuta una gran voglia di mollare il 2019 per trasferirci nella Parigi di fine Ottocento.

La mostra finisce il 2 giugno e vi consigliamo di non perderla. Per farvi entrare nel mood vi abbiamo anche preparato una playlist, da ascoltare sul canale Spotify di Polpetta Mag.

 

Tutte le informazioni sulla mostra Boldini e la moda qui.

Elena Bertelli

 

Alcuni dettagli, tra le sale di Palazzo dei Diamanti:

 

 

Ehi, hai mai sentito parlare di Patreon?
Dal momento che sei qui, perché non contribuire?

Patreon è un sistema di micro-donanzioni ricorrenti con il quale supportare economicamente Polpetta e permetterci di continuare ad offrirti contenuti favolosi.

Diventare membro di Patreon è facilissimo!

Contribuisci ora

Partecipa alla conversazione!