covva

PRIMO STOP DELLA CLUBBING-ASCESA DEGLI U.S.A.

In questi mesi abbiamo parlato di come negli U.S.A. si stia dibattendo più che mai del mondo del club. Vecchie mozioni conservatrici e limitanti stanno via via lasciando spazio a politiche più aperte verso il mondo della notte. New York, Detroit.. tutte le grandi città si stanno interrogando sull’impatto che la nightlife ha su tutti gli aspetti della vita quotidiana.

Basti pensare agli indotti economici, ma anche all’eventuale disturbo della quiete pubblica oramai consolidata nei decenni come poli diametralmente opposti della questione.

A Miami infatti, dove le licenze di apertura prolungata sono in atto già da diversi anni, il popolo conservatore si è fatto sentire: ben 3 clubs della città (Club Space, Heart Nightclub ed E11) hanno ricevuto una ingiunzione per disturbo della quiete pubblica e sono stati convocati a un’audizione congiunta con i cittadini che vogliono porre fine ai rooftop parties nella zona di Biscayne Boulevard.

Secondo alcune testimonianze dei residenti, i locali non rispettano i limiti di decibel imposti dalla legge; il grande problema è che a Miami non è la polizia che interviene per i “noise complaints”, bensì degli agenti preposti adibiti al mantenimento della sicurezza urbana i quali però terminano il loro turno a mezzanotte durante i week-end, ragion per cui le contestazioni vengono spesso ignorate o sottovalutate.

Tutti e 3 i locali hanno dovuto pagare una ammenda pecuniaria di $500, una seconda multa può portare alla revoca definitiva della licenza.

Il presidente dell’associazione per l’intrattenimento di Miami ha dichiarato che è al lavoro con i residenti per trovare una soluzione, ma che quella zona fu designata appositamente attorno al 2000 per ospitare clubs e luoghi danzerecci quando ancora la densità abitativa era bassa. Ora che il quartiere si è molto urbanizzato purtroppo le lamentele sono una conseguenza logica.

Una magra consolazione per noi conterranei? Tutto il mondo è paese. Avete presente quando la nonnina da un appartamento del centro storico urla dalla finestra di abbassare il volume ai bars alle 11 di sera? Beh.. se questo accade anche a Miami… possiamo dormire sonni tranquilli.


About

Think outside the box


'PRIMO STOP DELLA CLUBBING-ASCESA DEGLI U.S.A.' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

© 2014 PolpettaMag | web credits