covva

FOCUS ON – TIME TRAVEL con SPACE DIMENSION CONTROLLER // GALACTIC FUNK @DIAPASON FESTIVAL 2017

1

Sarà un weekend bollente.

Non mi riferisco (solo) alle temperature di questo torrido agosto, ma (soprattutto) alla line up di questo primo Diapason Festival. Immaginate un castello medievale nel cuore della toscana che promette di fondere diversi mondi musicali, suoni elettronici e arti classiche e digitali: per 18 ore, nella cornice del castello di Calcione – Arezzo, si alterneranno artisti del calibro di Locked Groove * Marcel Dettman (line up completa qui http://www.diapasonfestival.com/event/).

Siamo molto curiosi e carichi.

Il festival inizia venerdi 14 con la cena di charity foundraising, l’esibizione artistica ‘The Artmonist and Omar Hassan’ e la live performance by Stone Leaf (pernotazioni per la cena di gala sul sito dell’evento). Sabato 15 luglio si inizia a mezzogiorno, e fino alle 6 am di domenica ascolteremo osserveremo balleremo.

Tra i live siamo curiosi in particolare di sentire quello di SPACE DIMENSION CONTROLLER aka Mr. 8040, RL/VL, SDC, Tiraquon aka Jack Hamill: una costellazione di nomi che già raccontano la poliedricità di questo artista irlandese.

1

 

Per raccontarvi (poco) di Space Dimension Controller, dobbiamo fare un passo avanti. Di almeno 300 anni.

 

(dal web)

Back through time with a mission of groove

“Nell’anno 2257, il Pianeta Terra fu invaso da alieni noti come Pulsovians, che diedero inizio a una guerra galattica durata due anni. Purtroppo la loro tecnologia era molto più avanzata di quella degli umani e la Terra fu perduta.
Per oltre 75 anni gli ultimi sopravvissuti della specie umana vissero a bordo delle loro astronavi. Soltanto nell’anno 2334 un uomo chiamato Max Tiraquon scoprì un pianeta distante nel Mikrosector-50 che era adatto ad essere abitato dagli umani.
Egli fondò il Consiglio di Sicurezza Tiraquon come primo governo della nuova casa degli umani. Un uomo conosciuto come Mr. 8040 fu nominato lo Space Dimension Controller del consiglio. Di notte, quest’ultimo aveva una vita segreta… Viaggiando oltre la barriera nello spazio più profondo dove nessun radar poteva rilevarlo, Mr. 8040 crea musica utilizzando antiche tecnologie terrestri nel suo Electropod.
Quando è pronto, si avventura in colonie inesplorate dove la musica è accettata, suonano in nightclub illegali su lune distanti e protosfere aliene. Quando gli si chiede di descrivere la sua musica, Mr. 8040 non ha davvero molto da dire. L’unico modo per descriverla è “Galactic Funk”.”

 

Sempre in movimento, sperimenta nuove tecnologie e vecchie sonorità, ma anche il contrario: nell’intervista dell’uscita dell’album Orange Melamine (Ninja Tune, 2016) racconta che molti dei suoni “soprannaturali” che compongono i suoi album sono ispirati dalle cassette VHS regalategli dal fratello e dal cugino. Ricordiamo anche i riferimenti a film e telefilm di fantascienza degli anni 80’ e 90’ (come Il Quinto Elemento, Fuga da New York, Ghostbusters). In Marzo è uscito il suo ultimo EP con R&S records “Exostack”, la prima uscita con l’etichetta dopo “Welcome to Mikrosector–50”. Nell’EP ci sono remix di Kornél Kovács – Traccia 2 e Minimal Violence – traccia 4(Studio Barnhus). Dopo la parentesi di “Orange Melamine”,  propone un ritorno evoluto del suo funk galattico e spaziale, e a noi non fa che piacere.

 

Space Dimension Controller promette uno dei live più interessanti dell’edizione, e noi saremo lì per raccontarvelo.

Antipastino:

 

WORDS BY CAMILLA FINCO

 



'FOCUS ON – TIME TRAVEL con SPACE DIMENSION CONTROLLER // GALACTIC FUNK @DIAPASON FESTIVAL 2017' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

© 2014 PolpettaMag | web credits